Diego Vannucci ❤ Sarah Nicelli

di Claudia MARRONE
articolo letto 1704 volte
Foto

Diego Vannucci, difensore classe 1988 attualmente in forza al Renate, dove è un elemento abbastanza fisso dell’undici titolare dello schieramento di mister Foschi. Una lunga carriera che lo ha visto sempre tra i massimi protagonisti delle squadre dove è approdato nel corso delle stagioni, ma non sono state solo le varie compagini a vederlo titolare: il ragazzo è infatti titolarissimo anche nel cuore della compagna Sarah Nicelli, che ai lettori di TuttoLegaPro.com racconta la loro storia d’amore.

Sarah, come vi siete conosciuti tu e Diego?

“A maggio sono ormai 8 anni che stiamo insieme, e ci siamo conosciuti perché, essendo della stessa città, Carrara, e frequentando gli stessi posti abbiamo scoperto di avere amici in comune che hanno fatto si che ci incontrassimo. Siamo inizialmente diventati amici, ma in breve tempo questo rapporto si è trasformato in qualcosa di più. E ora eccoci qua!”.

Tempo ragionevole per pensare a progetti futuri, no???

“Assolutamente si, quelli ci sono! Abbiamo appena preso casa in Toscana, e presto speriamo di sposarci”.

Quindi la base rimarrà Carrara, dove mi sembra di capire tu viva tutt’ora, o lo seguirai in giro per l’Italia qualora poi dovesse spostarsi da Renate o comunque rimanere in Lombardia?

“Si, io vivo a Carrara perché lavoro qui, e finchè la distanza sarà tale da poterlo raggiunge nei weekend continuerò ad avere qua la mia base. Ma se le condizioni in futuro dovessero cambiare sensibilmente, allora lo seguirò molto volentieri, come è già successo in passato”.

Insomma, valigia in mano mood on!

“Esattamente, valigia sempre pronta all’uso! (ride, ndr) Ma per me questo non è un problema”.

Ma venendo invece a un lato un po’ più…sportivo, per dire…a te piace il calcio?

“Si, mi piace. Anche se, a essere sincera, ho imparato ad appassionarmi nel tempo! Adesso però, quando posso, vado anche allo stadio: ho perso poche partite!”. 

Un po’ per amore, diciamo! Ma Diego ti ha almeno ricompensato con qualche dedica? Che un paio di gol li ha segnati…

“Esattamente, proprio per amore ho conosciuto più a fondo questo sport! (ridiamo, ndr). Però per le dediche non mi lamento, anzi…ricordo quella che mi riservò il giorno prima del mio compleanno: segnò pure una doppietta! (la partita in questione era Carrarese-Feralpisalò, giocata il 2 febbraio 2014, ndr)”.

Assist per me, a proposito di compleanno: qual’è il regalo più bello che ti ha fatto?

“Sai che non saprei dirti in particolare quello più bello??? Me ne ha sempre fatti di bellissimi, è molto attento a cosa può piacermi quando deve farmi un regalo”.

Assist a profusione, potremmo farti tesserare da qualche squadra! (ridiamo, ndr) Hai implicitamente sottolineato un suo pregio, che è molto attento…dicci tutti gli altri adesso! E anche i difetti…

“L’essere attento è effettivamente un suo pregio! Ma Diego è anche un ragazzo affettuoso, premuroso, riflessivo ma pure solare, con lui non ci si annoia mai. E sui difetti che dire…è testardo e pignolo, ma solo a volte!”.

Sarah, qua però dobbiamo fare un passo indietro e tornare al calcio…ma che facciamo, la regola del fuorigioco la saltiamo???

“No, ma già che siamo donne te la spiego così: se siamo in un negozio e io ti tiro una borsa e tu sei dove è l’antifurto, se questo suona tu sei troppo oltre il limite consentito…in fuorigioco insomma! Se invece non suona…gol regolare! Dai, l’ho capita…”.

Confermo, niente da obiettare! (ridiamo, ndr) Domanda più facile: il momento più bello della carriera di Diego!

“Di momenti belli per fortuna ne ha vissuti diversi. Di sicuro meritano una nota i campionati vinti con la Lucchese (stagioni 2008-2009 e 2009-2010, ndr), poi quello vinto con la Carrarese (stagione 2010-2011, ndr), dove ha potuto festeggiare con tifosi ma soprattutto con gli amici”.

Pensi che in qualche modo il calcio abbia influenzato la vostra vita di coppia?

“Non più di tanto, comunque quando mi sono messa insieme a Diego lui già aveva intrapreso questa carriera, quindi il calcio è stato un elemento sempre presente”.

C’è qualcosa in particolare che vuoi dirgli tramite questa intervista?

“Voglio dirgli che mi sento davvero fortunata ad averlo accanto, e che lo sosterrò sempre proprio come ho fatto finora”.

 

 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI