ESCLUSIVA TLP - Renate, Vannucci: "Traguardo importante per me. Ma conta la squadra, raggiungiamo intanto la salvezza, poi..."

di Claudia MARRONE
articolo letto 564 volte
Foto

200 presenze tra i professionisti, una vittoria, una classifica che sorride e una gara alle porte: partita che sarà una battaglia, ma che comunque non altera l'ottimo bilancio settimanale di Diego Vannucci, che sabato scorso ha collezionato con la maglia del Renate numeri importanti per apparizioni in campo. Alla vigilia del match contro il Pontedera, il difensore nerazzurro si racconta ai microfoni di TuttoLegaPro.com.

Si avvicina la prossima gara di campionato, e tu ci arrivi con un importante pass staccato la scorsa settimana: le 200 presenze collezionate tra i pro.

"Si, sabato scorso ho raggiunto questo importante traguardo, 200 presenze tra i professionisti, e devo dire che sono doppiamente felice di averlo ottenuto perchè, in concomitanza a quello, è arrivata anche un'importante vittoria per la squadra".
 

Vittoria che vi proietta al meglio alla prossima sfida, perchè comunque, al di la del periodo altalenante che avete vissuto recentemente, la classifica parla di un'ottimo bilancio: play off raggiunti per il momento...

"Si, è vero, recentemente abbiamo vissuto un periodo di lieve flessione, ma ricordiamoci sempre che siamo partiti con l'obiettivo salvezza, che ormai è sempre più vicino. Una volta raggiunto quello, con tranquillità e serenità, vedremo cosa riusciremo a fare in più. Sicuramente a ora la classifica è dalla nostra".

A quanto fissi quindi la quota salvezza?

"I nostri 41 punti sono sicuramente tanti, soprattutto a dieci giornate dal termine, ma è difficile fissare la quota salvezza in questo girone, molto dipende dalle nostre inseguitrici. A ogni modo, dobbiamo continuare a lavorare per come sappiamo guardando principalmente a cosa facciamo noi".

Domani sfida contro il Pontedera, che come voi, anzi, probabilmente più di voi, ha bisogno di punti per allontanarsi ulteriormente dalla zona play out. Che gara ti aspetti?

"Sarà la classica gara da non prendere sotto gamba, il Pontedera è una squadra comunque molto competitiva, che ha giocani di buona prospettiva: e questo non mi meraviglia, conosco da anni il DG granata Giovannini, ha sempre visto lontano nella scelta dei calciatori, è un professionista. La squadra ha poi tanta corsa e tanto spirito di sacrificio, ma noi abbiamo lavorato molto in settimana, andiamo in Toscana per dare tutto il massimo che possiamo".

Un terreno non semplice il sintetico del "Mannucci": può alle volte essere un deterrente per le avversarie dei granata?

"Nel nostro caso mi auguro di no, alla fine ci alleniamo sempre sul sintetico, che è comunque un terreno che agevola il gioco con la palla. E noi siamo una squadra che tendenzialmente gioca a calcio".


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI