ESCLUSIVA TLP - Livorno, DG Armenia: "Contro la Lupa abbiamo pareggiato per nostri demeriti, ma il regolamento lo conosciamo: il rigore andava ribattuto"

di Claudia MARRONE
articolo letto 1197 volte
Foto

Dopo la querelle sul rigore del Livorno nella gara di sabato contro la Lupa Roma, e la precisazione dell'arbitro Marelli (che ha parlato ai nostri microfoni) in merito alla scelta dell'arbitro del match (il sig. Pasquale Boggi di Salerno), il club amaranto, sempre ai microfoni di TuttoLegaPro.com, tiene a fare delle precisazioni, che si evincono nelle parole del DG Paolo Armenia:

"Noi come Livorno non vogliamo assolutamente far polemica, ma solo una precisazione visto che non vogliamo passare da sprovveduti perchè il regolamento lo conosciamo e vogliamo che sia applicato. La circolare AIA al 30 giugno 2016, sostiene che il rigore vada ripetuto in tre circostanze: quando un calciatore della squadra battente entra in area al momento del tiro del compagno, quando in area va uno della squadra difendente e quando in area vanno calciatori di entrambe le squadre. Che è poi il caso che ci siamo trovati ad affrontare noi: ci sono immagini che evidenziano che non ci fosse solo Murilo in area quando Calil ha calciato il rigore che ha per altro sbagliato, ma anche due calciatori della Lupa Roma. Pertanto, ripeto, il penalty andava nuovamente calciato".

Il DG comunque precisa: "Con tutto ciò, non voglio dire che il Livorno abbia pareggiato per colpa del direttore gara, abbiamo pareggiato per demeriti nostri perchè avremmo dovuto vincere sul campo, e questo è ovvio. Ma non credo ci sia bisogno di fare disquisizioni in merito all'errore dell'arbitro in quel frangente, tutti conosciamo il regolamento e sappiamo cosa stiamo dicendo, ripeto che ci sono anche le immagini che lo dimostrano. Poi il direttore di gara, sul momento, ha dato la sua interpretazione, e anche questo lo accettiamo, ma non vogliamo passare per sprovveduti".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI